I nuovi polimeri ottenuti da fonti vegetali
Tecnologie - MU Sustainable Innovation

Si tratta di polimeri come poliestere e poliammide ottenuti non da petrolio ma da specifiche risorse vegetali, come i semi di ricino. Quasi sempre riciclabili, i filati e i tessuti bio based possono a volte essere anche biodegradabili ma questa caratteristica non è data dall’origine del processo di polimerizzazione ma dalla struttura del polimero stesso. Per biodegradazione infatti si intende la disgregazione del materiale entro un certo lasso di tempo e in condizioni controllate, cioè in impianti dedicati. Quale allora il vantaggio di un polimero bio-based? Sicuramente il non provenire da combustibili fossili. Sta al produttore garantire le caratteristiche di biodegradazione, compostabilità e riciclabilità che il mercato chiede.