MU SUPERPOWER PRIMAVERA / ESTATE 2024

Il fil rouge di Milano Unica per la primavera/estate 2024 è la positività: pur essendo consapevoli di ciò che accade intorno nel mondo, è necessario e importante lasciare spazio alla felicità. Non a caso, la prossima collezione di Milano Unica ha come titolo MU SuperPower, dove il maggiore super potere è la creatività che di per sé è un prisma di ottimismo.

Il tema MU SuperPower attribuisce, quindi, idealmente alla bellezza,  all’inventiva, alle aspirazioni e alla fantasia effetti rigeneranti. Si tratta di un simbolico atto di conforto e nello stesso tempo un inno al potere costruttivo della manifattura italiana, a quel made in Italy importante sia per il Pil del nostro Paese, sia per tenere alta nel mondo l’immagine dell’Italia.

«Il nostro team creativo ha così immaginato che ogni tessuto potesse avere un super potere, come il mantello invisibile delle favole oppure le tute allungabili dei super eroi dei fumetti. In sostanza, la ricerca per la primavera estate 2024 si è basata sulla scelta di tessuti e accessori che aiutino il corpo a stare meglio, a renderlo più resiliente, più efficiente e, perché no, più sexy» 
spiega Stefano Fadda, direttore creativo di MU.

Partendo quindi dalla creatività applicata alla realizzazione di nuove fibre più performanti e tecnologiche che fanno stare bene il corpo, la mente e lo spirito, MU SuperPower propone tre temi: La forza del pensiero, La forza dell’azione e la forza dell’emozione.

LA FORZA DEL PENSIERO

In questo tema la mente mette in atto ogni scelta, nulla è lasciato all’istintività e alla casualità. L’estetica è chiara e precisa. La forma e la sostanza coincidono. Il design aderisce all’uso concreto della materia e il rigore regala una sensazione di nuovo e di essenziale. Intelligenza e buon senso sono alla base della progettazione di questo tema. Gli accessori sono tutti metallici, satinati, laminati,
specchiati, come veri elementi di design. L’atmosfera è quasi sospesa, rarefatta, seasonless: la purezza dei materiali, la loro forza auto specchiante, quasi fosse la luce dell’alba, fa parte di un’estetica di un minimalismo sofisticato. Siamo nell’ambito di una couture poetica e di forte impatto.

LA FORZA DELL’AZIONE

Il piacere di fare manualmente, di sperimentare empiricamente, di manipolare ciò che esiste per farlo diventare altro, esprimono il potere dell’azione che governa questo secondo tema. Dove tutto si reinterpreta, a cominciare dai cliché, si mescola, si destruttura, si intensifica con lo scopo ben preciso di rivendicare una libera interpretazione di ciò che si intende per nuovo, senza pregiudizi e distinzioni di genere. Le stampe floreali, i pizzi, i broccati, i damascati, gli  shantung, le trame effetto vintage costituiscono il repertorio di questo tema che propone gli stessi tessuti al femminile e al maschile. Niente è standardizzato, Gli accessori sono esagerati, sempre a metà tra l’effetto bourgeois e l’idea di lusso esibito. L’atmosfera è festosa, dominata da una libera associazione di codici e di simboli, dove il vintage si mescola con l’hi-tech e i richiami baroccheggianti con  il grunge metropolitano, per una giocosa esaltazione della fantasia che si  insinua nelle trame e nelle menti.

LA FORZA DELLE EMOZIONI

Non aver timore di manifestare i propri sentimenti, ma al contrario trarre dalle emozioni la forza per un equilibrio personale che possa manifestarsi anche esteriormente. Questo il fulcro del terzo tema incentrato sulla cura della propria fisicità ma anche della spiritualità intesa come connessione alla natura, al cosmo, ai minerali, alle divinità: tutti elementi in grado di regalare energie positive e poteri rassicuranti. L’estetica di questo tema rimanda a una semplicità autentica e ludica, costruita attraverso un métissage rispettoso della cultura manifatturiera italiana e della sperimentazione tessile. Siamo nel regno degli astrattismi dove il concetto di natura rimanda alle stampe d’ispirazione floreale, ma in dissolvenza, mentre il richiamo alla ritualità spirituale ispira simbolismi giocosi. E gli accessori sono ispirati al mondo dei minerali, delle pietre magiche oppure ai decori dei templi indiani in versione neo moderna.

 

SCARICA IL PDF DEL COMUNICATO STAMPA