Cerca

11
APR
2018

News

Nations to Nations: le Tendenze A/I 2019-20

Il racconto dell’evento

Indice dei contenuti

 


La Presentazione di Tendenze: “Nations to Nations”
La presentazione delle Tendenze AI 2019-20 è andata in scena il 28 marzo 2018 al Teatro Vetra. Gli ospiti numerosi e interessati, tra cui espositori, designer, studenti e professionisti del fashion, hanno visitato la suggestiva installazione multimediale dedicata al tema “Nations to Nations”, ideato dalla Commissione Stile, guidata dall’Art Director Stefano Fadda. 


Affascinante e di grande attualità, il tema per la stagione A/I 2019-20 non è soltanto un positivo messaggio di apertura, ma anche un invito a guardare al dialogo tra culture diverse come fonte di ispirazione creativa. Un concetto che affonda le sue radici nella storia stessa dell’umanità: da sempre, infatti, l’uomo si è spinto al di là dei propri confini animato dalla sete di scoperta e conoscenza, imparando dall’incontro con nuovi popoli e aprendo il proprio immaginario verso nuove frontiere. 

 

Il video racconto dell’evento  

 

Ercole Botto Poala, Presidente Milano Unica

 

Sfoglia la gallery

 


Il Trend Book
Le suggestioni materiche e le ispirazioni tessili di Tendenze A/I 2019-20, presentate durante l’evento e illustrate nel Trend Book, nascono quindi dall’incontro di identità diverse e, soprattutto, da inaspettati clash culturali tra tradizioni di paesi apparentemente agli antipodi: ne scaturiscono inaspettate combinazioni di materiali, identità e saperi artigianali che danno vita a suggestioni nuove e moderne e a un linguaggio all’avanguardia, senza confini.

 

I percorsi tematici
I percorsi tematici proposti nel segno di “Nations to Nations” sono tre: ciascuno è dedicato a una cifra stilistico-culturale attorno alla quale si incontrano tre paesi che, pur nella propria individualità, condividono particolari caratteristiche culturali ed estetiche: il Grunge Organico, l’Essenzialismo Artigianale e il Tecno Romantico.
Molteplici le fonti di ispirazione su cui ha lavorato la Commissione Stile: dall’architettura alle arti figurative, dall’artigianato tipico al paesaggio naturale, e molto altro ancora. Gli accostamenti vanno a scavare nelle identità profonde dei paesi scelti, sforzandosi di creare ogni volta delle sintesi creative e ricche di significato.

 

Introduzione alla presentazione, Stefano Fadda, Art Director

 


Il Grunge Organico: Scozia, Turchia e Romania

Il Grunge Organico trae ispirazione dal movimento nato dai movimenti giovanili di Seattle e ne abbraccia la filosofia ambientalista e il legame con la natura. In questo senso, inoltre, si propone di mantenere alta l’attenzione sul tema della sostenibilità, valorizzato con forza già durante la scorsa edizione di Tendenze con il tema Save the Planet
Etica ecologista, punk e folklore tradizionale si fondono in queste proposte ispirate ai paesi Scozia, Turchia e Romania, uniti da uno stretto legame con la terra, la natura e la vita contadina. 
Filati riciclati e tessuti di origine naturale sono al centro delle proposte del Grunge Organico, insieme ai materiali ispirati alla vita delle “farm”, come lane e pellami, con l’inserimento di elementi di forte innovazione, come nel caso di pigmenti fotosensibili o bioplastiche Le decorazioni e i colori sono fortemente ispirati al mondo boschivo e floreale, con colori caldi, naturali e disintossicanti. 


Guarda il video e la photo gallery

 

 

L’Essenzialismo Artigianale: Corea del Sud, Svizzera, Svezia
“Il minimalismo non è assenza ma la sensata presenza dell’essenziale”: le parole dell’artista e designer Bruno Munari rappresentano il fondamento di questa visione tematica, ispirata a forme geometriche base e alla semplicità del linguaggio espressivo. L’Essenzialismo Artigianale unisce nel suo percorso la Corea del Sud, la Svizzera e la Svezia, paesi rappresentativi ciascuno a suo modo del concetto di essenzialità, sia in termini estetici che dal punto di vista del lifestyle. Tra le fonti di ispirazione troviamo dunque le architetture rigorose dello svizzero Le Corbusier, o l’efficace semplicità del design svedese, così come le linee minimal ma eleganti dei kimono coreani. 
La combinazione tra pulizia della forma e artigianalità determina la scelta di fibre e strutture: forme cliniche e disegni rigorosi, filati preziosi e lavorazioni ricche ma discrete. Dal punto di vista del colore, troviamo in queste proposte le tonalità ispirate al mondo del design minimal di lusso e l’utilizzo del concetto di “block color”. 

 

Guarda il video e la photo gallery

 

 

Il Tecno Romantico: Belgio, Azerbaijan, Indonesia
Eleganza e innovazione, poesia e sperimentazione: nel Tecno Romantico si fondono ispirazioni provenienti dalla pittura, dall’architettura e dall’arte decorativa che caratterizzano in modi diversi i tre paesi riuniti in questo tema. Il filo conduttore è la ricchezza insita nei materiali e nella sapienza artigianale di ciascuna tradizione, la cui eleganza romantica viene reinterpretata attraverso materiali innovativi e nuove tecnologie, dal laser alla stampa 3D.  
Le fibre sono performanti e comfort, ma l’estetica rimane iperdecorata e decadente, mentre i colori si muovono su una gamma cromatica caleidoscopica, fatta di tonalità intense e forti contrasti. 

 

Guarda il video e la photo gallery

 

 

Con la giornata di presentazione di “Nations to Nations” Milano Unica ha proposto ai professionisti del settore un viaggio appassionante e inaspettato tra le culture del mondo, creando nuove suggestioni, legami inattesi e ispirazioni che ritroveremo nelle creazioni proposte nell’Area Tendenze, in occasione della 27^ edizione di Milano Unica, dal 10 al 12 luglio 2018. 

 

 

Grazie a tutti gli espositori, fashion designer, studenti e visitatori che hanno partecipato alla presentazione delle Tendenze A/I 2019-20. 


previous

LE TENDENZE MILANO UNICA A/I 2019-20

next

LA 27^ EDIZIONE DI MILANO UNICA